mercoledì, dicembre 17, 2008

Perché?

Una specie di paradiso con sole, mare, un cielo terso, una temperatura estiva.. Così stavamo a Sharm, tutti insieme, io, marito, figlia e genero, inconsapevoli della tragedia che di lì a poco si sarebbe consumata. Un dolore al petto e al braccio sinistro, il medico, la corsa in taxi all'ospedale, l'attesa tra persone che non parlavano la nostra lingua e che non riuscivano neanche a dirci qualcosa in inglese.
Mia figlia che chiedeva: "tell me if my father is alive", la speranza di una ripresa,
l'attesa infinita fuori dalla porta, poi il medico che esce e che ci dice che è morto. Cercherò di ricordarlo com'era due ore prima in piscina o il giorno prima in barca, ma quegli ultimi momenti pesano come un macigno.

5 commenti:

sabrina ha detto...

ciao gisella, non mi conosci, sono un'insegnante di scuola primaria di porto sant'elpidio (ap) da poco registratasi a forumlive, dove ho letto quello che ti è capitato (posso darti del tu? scusami se mi prendo questa libertà, ma mi è più facile parlarti...). mi chiamo sabrina pacini ed ho 42 anni.
non ho grandi parole di consolazione da offrirti per lenire almeno un po' la tua immensa sofferenza...quello che hai, anzi che avete passato tu e tua figlia è....inimmaginabile, ingiusto, sconcertante. sono addolorata per te, anche se non ci siamo conosciute prima....ti penso spesso e mi auguro che il Signore ti stia vicino (non so se sei credente, perdonami l'invadenza!!)per superare il dolore della perdita di tuo marito, del tuo compagno di vita...
possa tu trovare un po' di conforto e la forza per proseguire nella vita...sii forte per tua figlia, per tuo marito che ora ti sarà sempre accanto, ora più che mai, ma soprattutto per te stessa... perdonami se non sono stata chiara, ma la tua storia mi ha davvero toccata profondamente e le cose che avrei voluto dirti erano davvero molte... ma perdona soprattutto la mia invadenza.
ti abbraccio con tanto affetto sincero.
sabrina

gisella ha detto...

Cara Sabrina,
sei stata molto cara a lasciarmi questo messaggio
Non sono credente, ma spero qualcosa possa restare in qualche modo, altrimenti la vita non avrebbe davvero senso
DEvo farmi forza e star bene, soprattutto per mia figlia, lo so.
Anch'io ti do del tu e mi farà piacere risentirti
Un abbraccio
Gisella

Annarita ha detto...

Cara Gisella, passavo di qui per farti gli auguri di Buon Anno un po' tardivi...Non so qualcosa mi ha spinto a farlo anche se non ci conosciamo, in fondo, se non per qualche scambio di email.

Ho appreso dalla lettura del commento di sabrina e dalla tua risposta quel che ti è successo. Non trovo le parole perché credo non ci sia conforto per certi drammi che ci colpiscono, ma sono vicina con tutto il mio cuore a te e alla tua figliola.

Un abbraccio fortissmo a entrambe. Dai un bacio per me alla tua ragazza..da cuore di madre.

annarita

cristina ha detto...

Un abbraccio, Gis. Un abbraccio grande come il tuo immenso cuore, come la tua generosità.

gisella ha detto...

Grazie infinite a voi tutte...