giovedì, giugno 19, 2008

L'ANGOLO DELLA POESIA

Eugenio Montale

Grande poeta che amo molto

 

montale

Ho creato una miniantologia di alcune sue poesie, ,lette ed illustrate da me

 

 
 
[More videos from gisella]

 

Camillo Sbarbaro

 

Taci, anima stanca di godere

Taci, anima stanca di godere
e di soffrire (all'uno e all'altro vai rassegnata).
Nessuna voce tua odo se ascolto:
non di rimpianto per la miserabile
giovinezza, non d'ira o di speranza,
e neppure di tedio.
Giaci come il corpo, ammutolita, tutta piena
d'una rassegnazione disperata.
Non ci stupiremmo,
non è vero, mia anima, se il cuore
si fermasse, sospeso se ci fosse il fiato...
Invece camminiamo, camminiamo
io e te come sonnambuli.
E gli alberi son alberi, le case sono case, le donne
che passano son donne, e tutto è quello
che è, soltanto quel che è.
La vicenda di gioia e di dolore non si tocca.
Perduto ha la voce la sirena del mondo,
e il mondo è un grande deserto.
Nel deserto io guardo con asciutti occhi me stesso.

da "Pianissimo"

sbarbaro taci anima stanca di godere

 

Giacomo Leopardi

 

A se stesso

Or poserai per sempre,
      Stanco mio cor. Perì l'inganno estremo,
      Ch'eterno io mi credei. Perì. Ben sento,
      In noi di cari inganni,
5    Non che la speme, il desiderio è spento.
      Posa per sempre. Assai
      Palpitasti. Non val cosa nessuna
      I moti tuoi, né di sospiri è degna
      La terra. Amaro e noia
10  La vita, altro mai nulla; e fango è il mondo.
      T'acqueta omai. Dispera
      L'ultima volta. Al gener nostro il fato
      Non donò che il morire. Omai disprezza
      Te, la natura, il brutto
15  Poter che, ascoso, a comun danno impera,
      E l'infinita vanità del tutto.

a-se-stesso

 

Eugenio Montale

 

Spesso il male di vivere

Spesso il male di vivere ho incontrato

era il rivo strozzato che gorgoglia

era l'incartocciarsi della foglia

riarsa, era il cavallo stramazzato.

Bene non seppi, fuori del prodigio

che schiude la divina Indifferenza:

era la statua nella sonnolenza

del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.

montale

Omero rivisitato

L'episodio di Ulisse e Nausicaa, uno dei più belli, rivisitato attraverso immagini e versi

 

Nessun commento: